fbpx

Materiale per scrivania con cassettiere

Precedente :: Successivo   Autore Messaggio matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Dom Lug 27, 2014 8:53 pm    Oggetto: Materiale per scrivania con cassettiere Rispondi citando

Buongiorno a tutti,
mi sono appena registrato su questo forum e sono alle prime – anzi primissime – armi con il legno.
Volendo cominciare a fare qualche lavoretto, ho attrezzato una stanza di casa mia e come primo lavoro mi sono prodotto i banchi da lavoro. Sono quindi passato ad una scarpiera realizzata con pannelli di mdf. Ora vorrei realizzare una scrivania con delle cassettiere e delle mensole per la cameretta di mio figlio. Vorrei sapere quale il materiale migliore per questo tipo di applicazione. Tengo a precisare che mia intenzione tinteggiarla con colori abbastanza vivaci.

Grazie….
matteo[/quote]

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
Amministratore
Nuovo

Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 378

MessaggioInviato: Lun Lug 28, 2014 6:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Matteo, ben arrivato!
Il materiale migliore che puoi utilizzare il multistrato perch non si deforma nel tempo; quello da 7 strati (circa 18 mm di spessore) il pi utilizzato in quanto uno spessore che concilia alta resistenza e normale pesantezza. L’unica nota negativa del multistrato che nel lato corto si vedono gli strati ma se intendi verniciare con colori coprenti il problema non si pone. Se invece vuoi usare dei colori che lasciano in visione le venature, dovrai applicare un apposito dorsetto in formica con l’ausilio di un ferro da stiro.
Siccome il multistrato viene usato all’aperto oppure nelle cucine dove c’ molta umidit, puoi anche optare per del normale abete oppure il pino che un legno pi pregiato (pi resistente e pi bello). Poi ci sono tanti altri legni che vengono scelti soprattutto per un impatto estetico particolare, ma i costi salgono.
Se devi laccare tutto (quindi con vernici coprenti), un’idea potrebbe essere quella di usare delle travi quadrate/rettangolari in legno lamellare (resistente ed eterno) per i piedi della scrivania e un pannello di multistrato da 25 mm per la superficie del tavolo; forse con la stesso foglio di multistrato potresti realizzare le assi per collegare i 4 piedi, ma qui dovrai vedere tu le dimensioni di tutto. Per i cassetti potrati usare spessori inferiori al 25 mm.
Anche per le mensole puoi usare il multistrato da 25 dato che l’impatto estetico di questo spessore migliore, oltre ad avere una maggiore resistenza alla flessione.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Mar Lug 29, 2014 7:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie mille per la risposta…..
in effetti avevo pensato al multistrato ma francamente lo avevo “scartato” in quanto vorrei fresare i bordi per arrotondarli e nel caso del multistrato temo che questo tipo di finitura non sia ottimale (per potrei sbagliarmi…), sia perch facile che si vedano gli strati sia perch a lungo andare temo che si possano “sfogliare”.
Nel caso ho in casa del multistrato di pioppo, per dello spessore 20: non so se pu andare bene ugualmente.
Attualmente ho lavorato dei pannelli di MDF e direi che mi sono trovato molto bene, per non so se questo materiale adatto al tipo di applicazione. Di sicuro con l’MDF non ho problemi con le fresature.
Stavo anche valutando delle tavole lamellari di faggio sp 18. Con il lamellare non credo d’aver problemi con le fresature ma non ho idea della stabilit che possa avere.
La scrivania che devo realizzare larga 130 e profonda da un lato 85 e dall’altro 45. Questo per dare un poco l’idea di quello che devo realizzare.
Spero di aver chiarito un poco la situazione e per il momento mille grazie….
matteo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
Amministratore
Nuovo

Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 378

MessaggioInviato: Mer Lug 30, 2014 12:43 am    Oggetto: Rispondi citando

L’MDF un materiale che teme l’umidit, non come il truciolato ma comunque non ha nulla a che fare col normale legno o, meglio ancora, col multistrato.
Levigando bene gli spigoli arrotondati e dando come si deve un turapori, non vedrai gli strati dopo aver applicato lo smalto coprente. Riguardo lo smalto scegli qualcosa che dopo rimarra molto duro, magari un poliuretanico, ma vedi cosa trovi nei negozi delle tue parti.
Il multistrato non sfoglia in casa, al limite potrebbe accadere all’aperto dopo diversi anni di sole diretto e acqua, ma se il multistrato di qualit (quindi ottime colle) non si sfoglia nemmeno all’aperto.
Le tavole di legno lamellare le potresti usare per unire le 4 gambe, e poi sopra ci metti il pannello di multistrato.
Devi valutare tu a questo punto ma l’MDF non lo userei.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Mer Lug 30, 2014 7:46 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie tutto molto chiaro….
allora vada per il multistrato. A questo punto mi servirebbe qualche altra dritta.
Come multistrato pensi vada bene quello di pioppo o meglio chiedere altre essenze.
Per gli spessori cosa mi consigli: per la scrivania un 25/30 mm sia per piano che per struttura di sostegno, mentre per le cassettiere e le scaffalature che tipo di spessore devo usare. In particolare, se dovessi fare delle ante quale lo spessore ideale.
Per ultimo, per la verniciatura mi hai consigliato un prodotto pliuretanico, ovviamente il turapori per ugualizzare le superfici. Ma prima della verniciatura devo passare una mano con qualche aggrappante (es cementite ?).

Per il momento come sempre…. grazie per i consigli
matteo

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
Amministratore
Nuovo

Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 378

MessaggioInviato: Mer Lug 30, 2014 12:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dato che devi verniciarlo con colori coprenti al 100% irrilevante il multistrato, perch spesso si usa applicare il legno pi pregiato solo sulle ultime due facce o addirittura solo su una. Quindi se hai gi quello usalo per non acquistarne altri.
Potresti fare cos:
– gambe: travi quadrate da 8×8 cm;
– assi per collegare le gambe: multistrato spessore 18mm;
– piano: multistrato da 25 o 30 (il 30 ha solo un migliore impatto estetico perch nel caso della tua scrivania il 25 gi resistentissimo).

In questo modo avrai una scrivania che soporter quintali di peso e se la ritroveranno anche i tuoi pronipoti Very Happy

Per quanto riguarda “la chimica”, si usa solo un turapori e poi smalto. Prima mano di turapori molto liquida, poi sgrattata con carta 280 o 320, poi altra mano di turapori, altra sgrattata, e applicazione della poliuretanica monocomponente (la bicomponente inutile e pi difficile da usare).

Per sicurezza, chiedi in ferramenta una vernice molto dura e il turapori adatto. La cementite si usava tanti tanti anni fa quando non esistevano i turapori di oggi. Anch’essa era una turapori ma oggi la usa solo chi fa del restauro e sotto la vernice trova gi della cementita antica.

Dato che un oggetto da interno prova a chiedere se esiste qualcosa di duro all’acqua. Lavorare con i prodotti ad acqua comodissimo, niente puzze e lavi tutto con normale acqua, ma non sappiamo cosa oggi sia disponibile per ottenere una superficie dura (e comunque non sar mai dura come i prodotti a base di diluenti nitro o poliuretanici).

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Mer Lug 30, 2014 12:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Chiarissimo……
In sostanza la cementite un prodotto superato e sostituito dal turapori. Bene a sapersi.
Il turapori meglio applicarlo a spruzzo o a pennello ?
grazie
matteo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Mer Lug 30, 2014 6:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

…. dimenticavo
devo fare delle scaffalature con diversi ripiani nella cabina armadio. A questo punto dovendo utilizzare sempre il multistrato che spessori sono consigliati per le spalle e per i ripiani.
grazie
matteo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
Amministratore
Nuovo

Registrato: 27/05/07 17:35
Messaggi: 378

MessaggioInviato: Gio Lug 31, 2014 11:26 am    Oggetto: Rispondi citando

A spruzzo ti risulta tutto pi liscio il lavoro finale, mentre a pennello avresti della normali irregolarit anche se usando prodotti diluiti leggermente pi, le linee lasciate dal pennello possono livellarsi naturalmente duranta l’asciugatura. Il sistema a spruzzo comunque rischia di mandarti puntini di vernice ovunque, anche se lo fai all’aperto devi stare attento al luogo in cui ti trovi.

Per le mensole dell’armadio usa almeno un 18 mm, e per le spalle qualcosa in pi giusto per stare sicuro, quindi il 25. Per le spalle puoi anche usare del legno normale, anche abete, magari ottenuto da scarti.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->
matteo1970
Nuovo

Registrato: 25/07/14 08:23
Messaggi: 8

MessaggioInviato: Gio Lug 31, 2014 2:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie mille…
matteo
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail   ‘); //-->

Leggi l’articolo originale – http://feedproxy.google.com/~r/ForumBricolageOnline/~3/uh1eC97vUu0/materiale-per-scrivania-con-cassettiere-vt240.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *